Prima novità dell’anno per Nike Football, che svela oggi le sue Nike Phantom VSN 2. La nuova versione delle Phantom Vision – uno scarpino innovativo ma riuscito solo in parte – presenta al pubblico una vestibilità rinnovata, una lavorazione eccellente della tomaia e una facile calzata.

Per soddisfare, scrive Nike, “le esigenze dei giocatori offensivi”. Un’affermazione che è già una dichiarazione di intenti; se poi ci aggiungiamo che il giocatore-simbolo è Kevin De Bruyne

 Nike Phantom VSN 2

 

Per una vestibilità perfetta, la tomaia è costruita con uno strato esterno Flyknit simmetrico.

Il nuovo controtallone esterno (dentellato) è pensato per un migliore contenimento laterale, oltre ad aggiungere supporto su una delle principali zone di sfregamento.

Come sulla versione precedente, troviamo l’allacciatura Ghost Lace (i lacci sono “a scomparsa), assieme alla tecnologia Quadfit una rete elastica che garantisce una perfetta tenuta del piede in posizione in tutte le fasi del gioco.

L’idea alla base è che i giocatori necessitino di un leggero scivolamento della palla sull’esterno quando stanno dribblando (la palla deve scivolare facilmente sul piede e non “fermarsi”); ma al tempo stesso hanno anche bisogno di contenimento sul lato interno.

Cioè la parte del piede dove la maggior parte dei palloni viene ricevuta e passata.

 

Nike Phantom VSN 2

La superficie esterna della Nike Phantom VSN 2 è stata riprogettata in modo significativo e divisa in quattro diversi quadranti.

Zona mediale, zona di impatto, zona di articolazione e zona di dribbling. Quando la palla passa da una zona all’altra, il volume della superficie cambia per adattarsi alle diverse situazioni.

Inoltre, nelle zone dove la sensibilità di tocco è più importante, è stato realizzato un assottigliamento del 20% dei materiali, per aumentare il controllo della palla.

Nike Phantom VSN 2

Per conferire una silhouette più elegante, ma soprattutto più funzionale, il bordo del collarino è stato abbassato sotto al malleolo mediale, in modo che la mobilità della caviglia non sia compromessa pur garantendo il massimo contenimento.

Per una calzata più facile e veloce, sono inoltre state aggiunte delle linguette pull sono state aggiunte per facilitare l’ingresso e l’uscita.Proprio su questa linguettina, un piccolo numero grafico richiama le coordinate GPS dello laboratorio di progettazione di Nike Football.

Invariata la suola rispetto alla prima versione delle Vision. La versione IC per futsal e small sided games mantiene l’ammortizzazione Nike React, mutuata dalle calzature Nike Running.

La colorazione rossonera di lancio appartiene al “Future Lab” pack, ormai prossimo al lancio, e riporta sul campo dei colori non tipicamente Nike, ma molto apprezzati – ad esempio – su un’antenata delle VSN 2 come la CTR 360.