Le Puma Future 4.1 sono tra le scarpe più chiacchierate del momento. Negli ultimi mesi Puma ha investito tanto nella ricerca di nuovi testimonial e una delle armi che il brand tedesco sta usando per conquistare professionisti e appassionati sono proprio queste scarpette.

Il testimonial numero 1 delle Puma Future è Antoine Griezmann, con cui Puma ha da poco festeggiato (con una Future in edizione limitata) i 10 anni di collaborazione. Ma non è solo le Petit Diable a indossarle! Sono tanti i giocatori che hanno iniziato ad apprezzare e a scegliere questi scarpini. Suarez, Skriniar, Reus, Umtiti e Oblak sono alcuni dei grandi nomi che ogni giorno infiammano i palcoscenici del calcio internazionale con questi gioiellini ai piedi.

Oggi vi diamo il nostro parere sulle Puma Future 4.1. Ecco la nostra recensione!

Recensione Puma Future 4 .1 – Estetica

Dal punto di vista estetico, le colorazioni che Puma sta scegliendo di dare alle Puma Future 4.1. sono molto vistose e accattivanti. La tomaia si presta a tanti adattamenti di colore e all’aggiunta di dettagli che faranno impazzire molti nerd. La più pazza è senza dubbio l’edizione limitata dedicata a Griezmann che vede sulla parte anteriore un enorme smile che si compone unendo le due scarpette.

Quella che però ha conquistato la maggior parte di noi è quella uscita in questi giorni in concomitanza con l’inizio della Champions League e che appartiene al Rush Pack: base giallo evidenziatore e dettagli neri su tutta la parte esterna della tomaia. Classe e ignoranza, come è giusto che sia in campo!

Recensione Puma Future 4 .1 – Perchè sì

La Puma Future 4.1 è una scarpa che ci ha convinto molto sul piano della stabilità e della confortevolezza. Fascia molto il piede ma senza soffocarlo. Tomaia e suola sono integrate in maniera ottimale. Durante i cambi di direzione e le giocate più “sporche” la scarpa non ci ha mai dato incertezze che spesso possono causare problemi alle articolazioni. L’ingresso del piede all’interno della calzatura è meno problematico di altre scarpette col collarino nonostante fasci bene la caviglia e durante le fasi di gioco e di allenamento non ha mai dato problemi.

Le Puma Future 4.1 seguono alla perfezione il movimento del piede offrendo ottima sensibilità nel contatto con la sfera. È questa la grossa novità rispetto alle Puma Future 19.1: la  struttura 3D Havoc Frame della tomaia. La Future 4.1 non presenta più la struttura ondosa che avevamo evidenziato essere troppo spessa nella versione 19.1 Oggi troviamo una struttura a pad geometrici decisamente più efficace che garantisce maggior sensibilità durante il controllo di palla e il calcio. La conformazione di questi pad garantisce un ottimo attrito che ricorda molto da vicino le Nike Hypervenom 3 che tanto avevamo apprezzato.

La suola garantisce ottimo grip sia sulle superfici classiche che quelle sintetiche. I tacchetti sono adatti infatti anche a sintetici di media e ultima generazione. La sconsigliamo su terreni troppo duri e secchi per due motivi: 1) le rovinereste 2) rischiate di farvi male alle articolazioni.

Dal punto di vista della larghezza della pianta ci sentiamo di consigliarla a chi ha una pianta non troppo larga perchè il rischio di sentire il piede eccessivamente costretto c’è. Questo aspetto è ovviamente soggettivo.

Recensione Puma Future 4 .1 – Dubbi

La Puma Future è un ibrido che mette d’accordo diversi tipi di giocatori. Questo aspetto può convincere o far storcere il naso ai puristi della velocità o del controllo. Noi troviamo questa versatilità un pregio che dà modo di sceglierla a giocatori che hanno caratteristiche diverse come Skriniar, Kolarov, Griezmann e Suarez. Un vantaggio anche dal punto di vista della produzione per Puma che ha mantenuto solo due prodotti forti sul mercato (One e Future) più uno vintage come la Puma King. Chi cerca una scarpa puramente di velocità, super leggera non troverà nelle Puma Future 4.1 il suo prodotto.

Recensione Puma Future 4 .1 – Conclusioni

Le Puma Future 4.1 sono una scarpa completa che mette d’accordo molti . Ottima per centrali di difesa e terzini ma amatissima anche da trequartisti e attaccanti. Un ibrido in grado di fornire stabilità, leggerezza e comfort. Super consigliata!